Salta al contenuto del Sito
Siamo in » Vivere in Città » Il Territorio » Le frazioni e le località » Campodipietra

Campodipietra

Cenni storici

Foto storica della Chiesa di CampodipietraLa principale frazione del comune di Salgareda è Campodipietra, il cui nome significa “terreno ricco di pietre”.

Campodipietra vanta origini antichissime, risalenti al periodo neolitico (II – I millennio a. C.). Infatti numerosi reperti litici trovati a Campodipietra, specialmente nella località denominata “Paradiso”, in una zona nei pressi dell’asilo, e lungo il canale della Bidoggia, testimoniano come il luogo fosse abitato fin dai tempi preistorici.

Anche i romani furono interessati a Campodipietra. Essi nel III sec. d. C. compirono la centuriazione della zona. La nostra frazione era un centro di questa centuriazione e ciò è testimoniato anche dai numerosi reperti trovati.

Con la caduta dell’impero romano ed il susseguirsi delle invasioni barbariche, la zona sprofondò nel buio medioevo. Una certa rinascita si ebbe dopo il sec. XII, quando i monaci benedettini dell’Abbazia di S. Andrea di Busco di Ponte di Piave intrapresero la loro opera di civilizzazione e bonifica del territorio.

Campodipietra seguì nel corso dei secoli le vicende civili del capoluogo. La sua economia era basata sull’agricoltura.

Nel secolo scorso la frazione ha conosciuto parecchi mutamenti per quanto riguarda il suo aspetto urbanistico, sia per lavori effettuati dal comune o dai privati cittadini, sia per gli sconvolgimenti bellici.

FrazioniLa villa Carretta

Al centro della frazione sorge l’imponente villa Carretta del XVIII secolo, un tempo villa Castellani, ampio edificio di linee semplici con un grande camino e una trifora sulla facciata.
La villa fu danneggiata dagli eventi bellici ma fu poi riparata.
Alla fine del secondo conflitto mondiale la villa fu sede del comando di brigata “G. Girardini” del C.N.L. e lì si radunò la prima giunta.
Da allora la villa, come nel passato, continua ad essere di proprietà della famiglia Carretta.

Personaggi illustri

Campodipietra nel corso dei secoli ospitò o diede i natali ad uomini importanti nel campo letterario, scientifico o religioso.

La persona più nota e famosa è senza dubbio l’abate Michele Colombo, nato a Campodipietra il 5 aprile 1947. Egli ricopre un posto non secondario nella storia della letteratura italiana per le sue numerose opere sulla lingua.

Un’altra persona importante vissuta a Campodipietra fu il parroco don Angelo Natale Talier, accademico trevigiano, morto nel 1811. Egli si dedicò con passione e competenza agli studi scientifici riguardanti l’agricoltura e le coltivazioni agricole, lasciando numerose relazioni lette all’Ateneo di Treviso.


A | a |