Salta al contenuto del Sito
Siamo in “ News ed Eventi » News

News

Alcuni buoni consigli per la vostra sicurezza


L'Assessore alla Sicurezza Pubblica e
l'Assessore ai Servizi Sociali
vi invitano a seguire

alcuni buoni consigli per la vostra sicurezza.

  • TENETE LA PORTA DI CASA SEMPRE CHIUSA.
  • QUANDO SQUILLA IL CAMPANELLO DI CASA, VERIFICATE  DI CHI SI TRATTA PRIMA DI APRIRE.  SE LA PERSONA E’ SCONOSCIUTA NON APRITE E, SE SIETE SOLI IN CASA, EVITATE DI DIRLO.
  • RICORDATE CHE NESSUN ENTE (Poste, Telefoni, Enel, Inps, Comune) MANDA DELLE PERSONE PER INCASSARE SOLDI O CONTROLLARE QUANTI  SOLDI  AVETE.
  • DURANTE LA SERA/NOTTE CHIUDETE LE FINESTRE CHE SONO FACILMENTE RAGGIUNGIBILI, SOPRATTUTTO DALLA STRADA.
  • TENETE QUALCHE LUCE ACCESA ALL’INTERNO DELL’ABITAZIONE E LA  TV O LA RADIO IN FUNZIONE,  QUANDO SIETE FUORI CASA.
  • EVITATE L’ACCUMULARSI DI POSTA NELLA CASSETTA DELLE LETTERE DURANTE LA VOSTRA ASSENZA.
  • SE AVETE DEI VICINI DI CASA,  CERCATE DI INSTAURARE DEI BUONI RAPPORTI CON LORO: CI POSSONO TORNARE UTILI IN CASO DI BISOGNO E ALTRETTANTO POSSIAMO FARE NOI CON  LORO.
       
  • QUANDO ANDATE A PRELEVARE LA PENSIONE O UNA SOMMA IN BANCA O ALL’UFFICIO POSTALE, CERCATE DI NON METTERE IN EVIDENZA I SOLDI CHE VI CONSEGNA IL  CASSIERE. SE VI E’ POSSIBILE ANDATE IN COMPAGNIA DI ALTRE PERSONE.
  • NEL CASO IN CUI VI TROVASTE IN DIFFICOLTA’, CERCATE PER QUANTO POSSIBILE DI MANTENERE LA CALMA E NON REAGITE,  PERCHE’ QUESTO PUO’ AGGRAVARE LA SITUAZIONE. APPENA POSSIBILE AVVISATE LE FORZE DELL’ORDINE.
  • NON FATE SAPERE AD ESTRANEI LE DATE DELLE VOSTRE ASSENZE DA CASA.
  • SE ABITATE DA SOLI, NON FATELO SAPERE A CHIUNQUE.
  • EVITATE DI ATTACCARE AL PORTACHIAVI TARGHETTE CON NOME ED INDIRIZZO CHE POSSANO, IN CASO DI SMARRIMENTO, FAR INDIVIDUARE IMMEDIATAMENTE LA VOSTRA ABITAZIONE.
  • ILLUMINATE CON PARTICOLARE ATTENZIONE L'INGRESSO E LE ZONE BUIE. SE ALL'ESTERNO C'È UN INTERRUTTORE DELLA LUCE, PROTEGGETELO CON UNA GRATA O CON UNA CASSETTA METALLICA PER IMPEDIRE CHE QUALCUNO POSSA DISATTIVARE LA CORRENTE.
  • SE VIVETE IN UNA CASA ISOLATA, ADOTTATE UN CANE.
  • SULLA SEGRETERIA TELEFONICA, REGISTRATE IL MESSAGGIO SEMPRE AL PLURALE. LA FORMA PIÙ ADEGUATA NON È "SIAMO ASSENTI", MA "IN QUESTO MOMENTO NON POSSIAMO RISPONDERE". IN CASO DI ASSENZA, ADOTTATE IL DISPOSITIVO PER ASCOLTARE LA SEGRETERIA A DISTANZA.

Ulteriori buoni consigli, dettati dall'esperienza sul campo delle forze di Polizia, li trovate
sul sito dell'Arma dei Carabinieri
o sul sito della Polizia di Stato

 

IN CASO DI BISOGNO PUOI CHIAMARE:

 MUNICIPIO DI  SALGAREDA 0422 747013

 

POLIZIA  LOCALE  SALGAREDA 0422 747397

 

CARABINIERI  PONTE  DI  PIAVE 0422 857444

PRONTO  SOCCORSO   118

CARABINIERI PRONTO INTERVENTO  112

POLIZIA DI STATO  113                  

 

 VIGILI DEL FUOCO  115 

 

 

 

ULTERIORI CONSIGLI IN DETTAGLIO:

Quando sei assente

Per brevi periodi

  • Lascia qualche luce accesa, la radio, il giradischi o il televisore in funzione.
  • Chiudi sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti.
  • Ricorda che i messaggi sulla porta dimostrano che in casa non c'è nessuno.
  • Se hai oggetti di valore che devi lasciare in casa fotografali: in caso di furto ne faciliterai la ricerca.
  • Sensibilizza anche i vicini affinché sia reciproca l'attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell'appartamento. Nel caso non esitare a chiamare il 113.
  • Se tornando a casa trovi la porta aperta o chiusa dall'interno, non entrare. Potresti scatenare una reazione istintiva del ladro che si vede scoperto. Non fare l'eroe e telefona subito al 113

Per lunghi periodi

  • Non far sapere ad estranei i tuoi programmi di viaggi e vacanze.
  • Installa, se ti è possibile, un dispositivo automatico che, ad intervalli di tempo, accenda le luci, la radio, la televisione.
  • Evita l'accumularsi di posta nella cassetta delle lettere chiedendo ad un vicino di ritirarla.
  • Non divulgare la data del tuo rientro e, anche alla segreteria telefonica, non dare informazioni specifiche sulla tua assenza.

·         Non dimenticare che i primi posti esaminati dai ladri sono: armadi, cassetti, vasi, quadri, letti e tappeti. E' utile inoltre fotografare i beni di valore che potrebbero essere oggetto di furto.

Attenzione agli sconosciuti

  • Non aprire la porta a sconosciuti anche se vestono qualche uniforme e dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità.
  • Se c'è il portiere invita ogni sconosciuto che si presenta alla tua porta a farsi accompagnare; se non c'è apri solo uno spiraglio alla porta, senza togliere il gancio o la catena di sicurezza, per farti passare telegrammi o ricevute da firmare.
  • Per gli operai, verifica con qualche telefonata da chi è stata fatta la chiamata o da quale servizio sono stati mandati e per quali motivi. Se non ricevi assicurazioni non aprire.
  • Se hai il minimo sospetto, chiama o fai chiamare dai vicini il 113.
  • Non mandare ad aprire i bambini a meno che tu non sia certo di chi è alla porta.
  • Non aprire portone o cancello, con l'impianto automatico, se non sei certo dell'identità della persona che vuole entrare.

Un'abitazione sicura

  • Rendi sicure porte e finestre. Ideale è una porta blindata con serratura antifurto e spioncino.
  • Se puoi installa in casa un sistema di antifurto elettronico o vetri antisfondamento.
    In alternativa è sempre valido il ricorso alle grate, purché siano robuste e lo spazio tra le sbarre non superi i 12 centimetri.
  • Se l'interruttore della luce è all'esterno, proteggilo con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa staccare la corrente.
  • E' meglio non tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore.
  • Ricordati che luce e rumore tengono lontano i malviventi: se sei solo tieni accesa la luce in due o più stanze per simulare la presenza di più persone.
  • Se sei in casa tieni la porta protetta col paletto o la catena di sicurezza;

se sei in pericolo chiama subito il 113.

  • Se hai bisogno della riproduzione di una chiave incarica una persona di fiducia evitando possibilmente di riportare su targhette nome e indirizzo.
  • Se perdi la chiave di casa o subisci uno scippo o un borseggio, cambia la serratura.
  • Assicurati, uscendo e rientrando, che la porta di casa ed il portone del palazzo restino ben chiusi.
  • Non far sapere, fuori dall'ambiente familiare, se in casa ci sono oggetti di valore o casseforti né dove si trova la centralina dell'allarme.

 

I consigli della Polizia contro le truffe agli anziani

Non aprite la porta di casa a sconosciuti anche se vestono un'uniforme o dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità. Verificate sempre con una telefonata da quale servizio sono stati mandati gli operai che bussano alla vostra porta e per quali motivi. Se non ricevete rassicurazioni non aprite per nessun motivo. Ricordate che nessun Ente manda personale a casa per il pagamento delle bollette, per rimborsi o per sostituire banconote false date erroneamente. Per qualunque problema e per chiarivi qualsiasi dubbio non esitate a chiamare il 113.

Quando fate operazioni di prelievo o versamento in banca o in un ufficio postale, possibilmente fatevi accompagnare, soprattutto nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelli di scadenze generalizzate. Non fermatevi mai per strada per dare ascolto a chi vi offre facili guadagni o a chi vi chiede di poter controllare i vostri soldi o il vostro libretto della pensione anche se chi vi ferma e vi vuole parlare è una persona distinta e dai modi affabili.
Se avete il dubbio di essere osservati fermatevi all'interno della banca o dell'ufficio postale e parlatene con gli impiegati o con chi effettua il servizio di vigilanza. Se questo dubbio vi assale per strada entrate in un negozio o cercate un poliziotto o una compagnia sicura.

Durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca o dall'ufficio postale, con i soldi in tasca, non fermatevi con sconosciuti e non fatevi distrarre. Ricordatevi che nessun cassiere di banca o di ufficio postale vi insegue per strada per rilevare un errore nel conteggio del denaro che vi ha consegnato.
Quando utilizzate il bancomat usate prudenza: evitate di operare se vi sentite osservati.

Consigli per i figli, nipoti e parenti stretti

Non lasciate soli i vostri anziani, anche se non abitate con loro fatevi sentire spesso e interessatevi ai loro problemi quotidiani
Ricordategli sempre di adottare tutte le cautele necessarie nei contatti con gli sconosciuti. Se hanno il minimo dubbio fategli capire che è importante chiedere aiuto a voi, ad un vicino di casa oppure contattare il 113.
Ricordate che, anche se non ve lo chiedono, hanno bisogno di voi.

Consigli per i vicini di casa
Se nel vostro palazzo abitano anziani soli, scambiate ogni tanto con loro quattro chiacchiere. La vostra cordialità li farà sentire meno soli.
Se alla loro porta bussano degli sconosciuti esortateli a contattarvi per chiarire ogni dubbio. La vostra presenza li renderà più sicuri.
Segnalate al 113 ogni circostanza anomala o sospetta che coinvolga l'anziano vostro vicino di casa .

Consigli per gli impiegati di banca o di uffici postali
Quando allo sportello si presenta un anziano e fa una richiesta spropositata di denaro contante, perdete un minuto a parlare con lui. Basta poco per evitare un dramma.
Spiegategli che all'esterno di banche ed uffici postali nessun impiegato effettua controlli.
Per ogni minimo dubbio esortateli a contattarvi.

Fiere, mercati e manifestazioni varie

  • La ressa facilita l'agire dei malviventi e in più si è portati ad essere totalmente assorbiti da ciò che si guarda, e quindi meno attenti.
  • Essere sovraccarichi di borse richiama l'attenzione e rende più deboli nelle reazioni, così come essere troppo concentrati sull'esposizione delle merci e sui prezzi.
  • È buona abitudine, quando ci si tolgono cappotti e giacche, lasciare vuote le tasche. E' un gioco da ragazzi prelevare documenti e soldi da una giacca portata al braccio.
  • Frequentando fiere e mercati con i bambini, oltre alle normali cautele per non perdersi, occorre vigilare affinché non diventino essi il veicolo per facilitare il compito al malvivente, usandoli sia per distrarvi che abusando della loro ingenuità.
  • Possibilmente cercate di avere sempre una mano libera; se ciò non è possibile cercate di accompagnare la borsa di valore con una minore (borsa civetta, per mettere in imbarazzo il malvivente)

All'ufficio postale e in banca

  • Quando fate operazioni di prelievo o versamento possibilmente non andate da soli, in particolare nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelli di scadenze generalizzate.
  • Seguite attentamente l'operato del cassiere in modo da evitare di appartarvi per ricontare il denaro.
  • Mettete il denaro in una tasca interna dell'abito e tenete un portamonete con pochi spiccioli a portata di mano, per usarlo nelle spese o eventualmente darlo in caso di rapina.
  • Cercate di evitare di portare borse e borselli e soprattutto di riporvi il denaro.
  • Se avete il dubbio di essere osservati fermatevi all'interno della banca o dell'ufficio postale e parlatene con chi vi accompagna o con chi effettua il servizio di vigilanza. Se questo dubbio vi assale per strada entrate in un negozio, cercate un poliziotto o una compagnia sicura.
  • Durante il tragitto di andata e ritorno, con i soldi in tasca, evitate di fermarvi e di farvi distrarre.
  • Quando utilizzate il bancomat usate prudenza: evitate di operare se vi sentite osservati.
  • Sono gli anziani e le loro pensioni che, in particolare, finiscono sotto il tiro dei malviventi, siate felici di poter accompagnare la nonna o il vostro papà.

Scippi e Borseggi

  • Borseggi e scippi sono tra le più fastidiose e pericolose azioni che la microcriminalità commette contro i cittadini.
  • Gli scippatori generalmente operano in moto o motorini, quindi, per quanto abili e spericolati, hanno bisogno di un minimo di spazio per agire e di manovra per il mezzo; fate il possibile per non lasciarglielo.
  • Gli scippi possono essere compiuti anche a piedi: quando sentite o notate che qualcuno compie movimenti sospetti portatevi fuori dalla sua traiettoria.
  • Sono sempre di più i casi di scippatori che agiscono in due, o più, con l'auto, affiancando le vittime prescelte e strappando loro violentemente la borsa.
  • Cerca nel limite del possibile, e per quanto le circostanze lo consentono, di rilevare tutti gli elementi utili per il riconoscimento degli scippatori e del mezzo usato.
  • Se sei vittima di uno scippo lascia la presa altrimenti potresti essere trascinato e travolto.
  • Cerca di non passare per luoghi solitari o poco illuminati.
  • Porta con te solo il denaro strettamente necessario.
  • Porta borse e borselli sempre rivolti al lato interno del marciapiede, possibilmente a tracolla, e dalla parte del muro, proteggendoli con l'avambraccio ed evitando di riporvi oggetti di valore e documenti.
  • Non tenere il portafogli nella tasca posteriore dei pantaloni o in borse che si aprono con facilità.
  • Evita di fare sfoggio di orecchini, catenine e altri oggetti d'oro preziosi o molto vistosi: considera che lo strappo può provocare seri danni fisici.
  • Diffida di chi sosta in luogo isolato apparentemente senza motivo.
  • Se il percorso che devi fare è lungo tieni sempre presente i punti di riferimento che possono esserti utili in caso di bisogno.

Se necessario rivolgiti sempre a persone che esercitano una pubblica attività o servizio: poliziotti, carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili Urbani, militari, personale in divisa, sanno come comportarsi e come aiutarvi. 


pubblicata il 23 febbraio 2018

<<
<
 ... 6789101112131415 ... 
>
>>


A | a |