Salta al contenuto del Sito
Siamo in » News ed Eventi » Locandina eventi » Premio Alpino dell'anno 2010

Premio Alpino dell'anno 2010

Dal sito web della Sezione ANA di Treviso

Alpino dell'anno 2010

Domenica 13 giugno 2010, l’alpino Paolo Artico (nella foto, il secondo da dx accanto al presidente nazionale Perona), del Gruppo alpini di Salgareda, alla presenza del presidente nazionale dell’ANA Corrado Perona, riceve dalle mani del generale Rondano, C.te del BTG Addestramento della SMALP, il premio “Alpino dell’anno 2009 — in congedo”. Segnalato il suo caso dalla Sezione ANA di Treviso, Artico raccoglie la soddisfazione morale della solidarietà alpina per il “suo gesto eroico in tempo di pace”.

La motivazione: “ACCORTOSI CHE UN COLLEGA ERA SVENUTO IN UN’AUTOCLAVE SATURA DI AZOTO NON ESITAVA, CON PROFESSIONALITA’ E FREDDEZZA, AD INTERVNIRE TEMPESTIVAMENTE. ENTRATO DA UN PICCOLO OBLO’, FACEVA IN MODO CHE IL COLLEGA POTESSE ESSERE ESTRATTO DALLA TRAPPOLA MORTALE. SVENENDO A SUA VOLTA, NONOSTANTE IL DISPOSITIVO DI PROTEZIONE INDIVIDUALE INDOSSATO, RESTAVA INTRAPPOLATO. SALVATO SU SEGNALAZIONE DI UN COLLEGA, PURE LUI RIMASTO INTOSSICATO, VENIVA RICOVERATO IN OSPEDALE E, APPENA SVEGLIO, SI PREOCCUPAVA DELLA SORTE DEI COLLEGHI. RARO ESEMPIO DI ALTRUISMO E DI SOLIDARIETA' UMANA DEGNO DI MENZIONE”.

Ad accompagnare Paolo per questo appuntamento il sindaco di Salgareda, dr. Vito Messina, il vicepresidente della Sezione ANA di Treviso Adriano Giuriato, alcuni Consiglieri sezionali — fra questi Anselmo Mellucci quale referente di questa iniziativa — il capogruppo di Salgareda Dal Mas, il presidente emerito della Sezione di Treviso, nonché già vicepresidente vicario dell’ANA, Ivano Gentili, assieme ad alpini e familiari.

L’Adunata della Sezione di Savona a Carcare (SV) è lo scenario che ospita la consegna del 36° premio “Alpino dell’Anno”, istituito dall’alpino Franco Siccardi, storico grande presidente della Sezione di Savona per ben 37 anni. Cerimoniale che comprende anche l’assegnazione del premio “Alpino dell’anno 2009 — in armi” conferito dal presidente ANA Corrado Perona al caporal maggiore Simone De Mattia, effettivo al Centro Addestramento Alpino di Aosta, la benedizione della piazza dedicata “Ai caduti della Divisione Cuneense”, il conferimento della cittadinanza onoraria da parte dell’Amministrazione di Carcare alla città di Savona, la consegna della “piastrina” di un disperso di Russia — ritrovata dall’alpino Respighi - ai familiari.

Il valore della testimonianza dei reduci, il loro insegnamento per gestire il presente e pianificare il futuro dell’ANA, la vicinanza degli alpini alle Istituzioni, l’impegno concreto assieme ai Sindaci, sul territorio, sono le tematiche toccate dal presidente Perona nel suo discorso conclusivo della cerimonia. Ed è quello che hanno fatto l’alpino in armi e l’alpino in congedo: per loro non c’è niente di nuovo. Hanno dato quello che si sentivano di dare: abnegazione dell’essere presenti e saper sacrificarsi.


Marino Marian

link alla galleria fotografica dell'evento


A | a |